Cerca nel blog

BE CAREFUL...


After some troubles,here I go again.

Be careful: every link is tracked so if someone share a link, a java script send me his IP address and I found the guilty...
Delete link after downloading. You can share but on your own account
Respect these rules or you will be BANNED FOREVER and your name and your mail address will be shown here.
SO...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.
2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to ftd.for.you@gmail.com
3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG. I AM NOT A JUKE-BOX.


Dopo parecchi problemi con i miei blogs, rieccomi qua.

Avevo messo privati i miei tre blogs ma le richieste erano tantissime: Blogger può avere solo 100 lettori di un blog settato come "privato" così ho deciso di rimettere pubblici tutti e tre i miei blogs ma...
Occhio a non fare i "furbi" perché i miei links, ora, saranno tracciabili. Se verranno inviati a loro volta (cioè "condivisi"), io riceverò un alert grazie ad uno stratagemma ideato da un amico ed io bannerò il MOTHERFUCKER scrivendo nome, cognome, indirizzo mail e suo indirizzo IP. Ora, a voi amici italiani, parlerò chiaro (e volgare), ma sono incazzatissimo:
che cazzo vuole di più la gente??? Io invio tutto il materiale del quale sono in possesso GRATIS, non ho mai chiesto nulla... E qualche stronzone non rispetta la semplice regola di non inviare il link??? Da notare che non ho mai vietato di condividere il materiale: se qualcun lo vuole a sua volta caricare sul proprio account, lo può fare, che me ne frega??? Voglio evitare di vedere sprecata una settimana di lavoro (un mese, a volte...) per colpa di uno stronzaccio. Ma da ora in poi non sarà più così.
Ringrazio tutti gli amici che mi hanno contattato e che mi regalano molto materiale. Ho conosciuto persone davvero favolose ma, purtroppo, in mezzo a 10 amici, c'è sempre il MOTHERFUCKER. Se questo invertebrato pensa di fermarmi, sbaglia di grosso: potrò incazzarmi e sospendere momentaneamente ma non abbandonerò mai i miei blogs su Elvis; Elvis è una delle cose che mi piacciono di più in questo pianeta e voglio aiutare chi riesco ad aiutare, come tanti altri hanno fatto con me.

sabato 22 agosto 2015

ONE NIGHT IN VEGAS


DATA DI PUBBLICAZIONE: dicembre 2000.
Numero di catalogo: 74321 81234-2.


Grandissimo spettacolo di apertura di Las Vegas, 10 agosto 1970, uno dei migliori in assoluto fra tutti quelli che Elvis ha mai fatto.
L'audio è eccellente in quanto la registrazione è professionale ed inoltre troviamo, alla fine del CD, delle prove registrate nello showroom dell'International Hotel, il 4 agosto dello stesso anno.


Las Vegas, Nevada. 10 agosto 1970. Opening night.
1: Opening Theme
2: That's All Right (Mama)
3: Mystery Train / Tiger Man
4: Elvis talks
5: I Can't Stop Loving You
6: Love Me Tender
7: The Next Step Is Love
8: Words
9: I Just Can't Help Believing
10: Something
11: Sweet Caroline
12: You've Lost That Loving Feeling
13: You Don't Have To Say You Love Me
14: Polk Salad Annie / Intro: band
15: I've Lost You
16: Bridge Over Troubled Water
17: Patch It Up
18: Can't Help Falling In Love
Prove a Las Vegas. 4 agosto 1970.
19: Words
20: Cattle Call / Yodel
21: Twenty Days And Twenty Nights
22: You Don't Have To Say You Love Me
23: Brigde Over Troubled Water [incompleta]



Recensione di Davide.
Show di apertura del 10 agosto 1970 all'International Hotel di Las Vegas, filmato dalla MGM per il documentario "That's The Way It Is" e che vede il re in forma mega galattica.
L'energica "That's All Right" ci preannuncia un concerto frizzante, il medley  "Mystery Train/Tiger Man" ci dà il benvenuto nel tempio del rock'n'roll.
Il resto è una storia conosciuta che mai e poi mai ci stancheremo di riascoltare e  rivedere (vedi documentario That's the way it is versione 2000).
Le magnifiche "I Just Can't Help Believin", "The next step is love", "Sweet Caroline", "Words", la  grintosa "Patch it Up" e "You've lost that loving feeling" compongono il marchio di fabbrica dell' Elvis 1970.
Stranamente in questo concerto non viene eseguito il cavallo di battaglia "Suspicious Minds": consoliamoci allora con  il magnifico trio composto da "You don't have to say you love me", "Polk salad annie" e "I've lost you", quest'ultima con qualche errorino di fondo.
Presente in questa occasione anche una bella versione di "Something" e la maestosa "Bridge over troubled water" di Simon & Garfunkel, brano questo che si riveste di nuova luce nella magistrale interpretazione offerta da Elvis.
Il CD, di qualità audio ottima, si chiude con cinque bonus songs tratte da prove effettuate all'International Hotel nei giorni precedenti l'inizio dell'ingaggio, il giorno 4.
Si tratta esattamente di Words, Cattle call/Yodel, Twenty days and twenty nights, You don't have to say you love me e Bridge over troubled water .
Buon ascolto !

Nessun commento:

Posta un commento