Cerca nel blog

BE CAREFUL...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.

2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to ftd.for.you@gmail.com

3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG.


martedì 24 novembre 2015

OUR MEMORIES OF ELVIS, VOL. 1,2 & 3


DATA DI PUBBLICAZIONE: marzo 2012.
Numero di catalogo: Sony Music Entertainment 506020-975038.

Questa emissione include i due album originariamnte pubblicati dalla RCA nel 1979, con versioni prive di sovraincisioni (undubbed) e del materiale dello stesso tipo, come bonus. Queste erano state pianificate per un terzo volume che non si realizzò.
Il CD 1 include i due LP originali.



CD 1.
01 Are You Sincere [take 1]
02 It's Midnight
03 My Boy
04 Girl Of Mine
05 Take Good Care Of Her
06 I'll Never Fall In Love Again
07 Your Love's Been A Long Time Coming
08 Spanish Eyes
09 Never Again
10 She Thinks I Still Care
11 Solitaire
12 I Got A Feelin' In My Body
13 Green Green Grass Of Home
14 For The Heart
15 She Wears My Ring
16 I Can Help
17 Way Down
18 There's A Honky Tonk Angel (Who'll Take me Back In)
19 Find Out What's Happening
20 Thinking About You
21 Don't Think Twice, It's All Right [8'36"]

CD 2.
01 Woman Without Love
02 Moody Blue
03 When I'm Over You
04 It's A Matter Of Time
05 Sweet Angeline
06 Hurt
07 Shake A Hand
08 Promised Land
09 Heart Of Rome
10 If You Don't Come Back
11 Mr. Songman
12 For Ol' Times Sake
13 Love Coming Down
14 Pledging My Love
15 Raised On Rock
16 The Last Farewell
17 Fool

Recensione di Davide.
Nel febbraio 1979 il produttore RCA Joan Deary ideò un disco con l’intento di proporre ai fans di Elvis un viaggio intimo attraverso la musica prodotta dal cantante negli ultimi anni di carriera, mettendo insieme versioni “undubbed”, prive delle sovraincisioni che venivano effettuate sui singoli brani successivamente alla loro registrazione, poco prima della pubblicazione su disco.
Più volte i fans e gli addetti ai lavori hanno constatato quanto la voce di Elvis nei dischi sia spesso risultata imprigionata dalle eccessive orchestrazioni: una prova chiara la troviamo per esempio nell’album del 1976 “From Elvis Presley Boulevard, Memphis, Tennessee”, inciso in “presa diretta” nella Jungle Room di Graceland e letteralmente ricoperto poi di archi e strumenti vari in fase di mixaggio in studio.
È chiaro che una voce potente, calda e profonda come quella di Elvis non può non uscirne penalizzata da tanta soffocante orchestrazione. Una voce che è già di per se un orchestra, con le sue mille sfumature e con un'intensità senza eguali, non ha sinceramente bisogno di alcun artifizio ne tantomeno di eccessivi supporti strumentali.
Ecco dunque che “Our Memories of Elvis” volle essere un omaggio all’artista scomparso due anni prima, celebrando l’immortalità della sua voce unica, liberandone tutta la potenza e magia.
I brani selezionati per figurare in tracklist provengono prevalentemente dalle sessions di incisione del 1973 agli Stax Studios e da quelle tenutesi alla Jungle Room di Graceland tre anni più tardi, purtroppo le ultime per Elvis.
Se in alcuni casi l’assenza di sovra incisioni determina una piacevole versione alternativa del brano ascoltato, in altri casi la purezza dell’esecuzione ci fa letteralmente riscoprire una canzone sorprendentemente nuova. L’esperienza di “Our Memories of Elvis” venne ripetuta qualche mese più tardi con il secondo volume della serie, pubblicato nel mese di agosto, in cui si attinse dalle medesime sessions di incisione utilizzate in occasione del primo volume tranne che per I Can Help (RCA Studios, Hollywood, 1975) e per la sorprendente Don’t think twice, it’s all right (Studio B, Nashville, 1971), in una particolare long version di ben 8'36".
Purtroppo gli album in questione non rimasero in catalogo per troppo tempo, ed ecco dunque la FTD che li ripropone ora in una nuova veste, in doppio CD ed utilizzando come copertina principale quella del secondo dei due volumi (il primo volume ritraeva in copertina il Col. Parker e Vernon Presley di fronte a Graceland, in un malinconico quadretto).
Nel secondo dei due CD troviamo la compilation che avrebbe dovuto costituire il terzo volume della saga “Our memories” ma che poi non venne mai pubblicato dalla RCA.
Anche qui, nella falsariga dei due predecessori, troviamo songs da svariate sessions degli anni '70 rielaborate al fine di ottenere la “pure version” così come la incise Elvis in studio. Una canzone a mio parere si eleva su tutte: Sweet Angeline in cui Elvis assume le sembianze di un angelo che canta.
Ai dieci brani del mancato volume 3, la FTD affianca una manciata di eccellenti “outsider” in versione pura, dove spiccano, tra le altre, un’allegra Mr. Songman, la malinconica For ol’ time sake, la sofferta Love coming down e la bella Pledging my love.
Anche in veste FTD, “Our Memories of Elvis” si conferma, così come in origine, una piacevole compilation che ci fa apprezzare l’Elvis “puro”, rendendo giustizia alla sua ineguagliata ed ineguagliabile voce.

Nessun commento:

Posta un commento