Cerca nel blog

BE CAREFUL...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.

2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to ftd.for.you@gmail.com

3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG.


lunedì 23 novembre 2015

PROMISED LAND



DATA DI PUBBLICAZIONE: dicembre 2011.
Numero di catalogo: SONY 506020 975019.

Doppio CD, in confezione triple fold out cover da 7" con libretto di 12 pagine, che riesamina il 33 giri originariamente edito nel 1975 dalla RCA.
Stupendo lavoro, sotto tutti i punti di vista. Un CD immancabile nelle nostre collezioni.



CD 1.
01 Promised Land
02 There's A Honky Tonk Angel (Who Will Take Me Back In)
03 Help Me
04 Mr. Songman
05 Love Song Of The Year
06 It's Midnight
07 Your Love's Been A Long Time Coming
08 If You Talk In Your Sleep
09 Thinking About You
10 You Asked Me To
11 Promised Land (takes 3, 4)
12 There's A Honky Tonk Angel (take 4 + composite of takes 5, 3, 8)
13 Help Me (take 1 & remixed master)
14 Mr. Songman (take 2)
15 Love Song Of The Year (take 1)
16 It's Midnight (take 7)
17 Your Love's Been A Long Time Coming (take 10)
18 If You Talk In Your Sleep (take 5)
19 Thinking About You (take 4)
20 You Asked Me To (take 3A)
21 Promised Land (take 5)
22 Love Song Of The Year (takes 3, 4, 6)
23 Love Song Of The Year (take 7)
24 It's Midnight (take 11)
25 You Asked Me To (take 2B)

CD 2.
01 It's Midnight (takes 1, 2, 3, 4, 8)
02 It's Midnight (take 9)
03 Love Song Of The Year (rehearsal)
04 Thinking About You (rehearsal + take 2)
05 Thinking About You (take 3)
06 You Asked Me To (take 1, 2A)
07 Your Love's Been A Long Time Coming (takes 2, 3)
08 Your Love's Been A Long Time Coming (take 4)
09 Promised Land (take 2)
10 Mr. Songman (take 1)
11 There's A Honky Tonk Angel (take 1)
12 If You Talk In Your Sleep (take 6)
13 If You Talk In Your Sleep (take 9, undubbed master)
14 It's Midnight (take 10)
15 Thinking About You (takes 5, 6)
16 Love Song Of The Year (take 2)
17 You Asked Me To (take 3B)
18 There's A Honky Tonk Angel (takes 6, 7)
19 There's A Honky Tonk Angel (take 8, rough mix master)
20 Mr. Songman (takes 3, 5)
21 Promised Land (take 6, undubbed master)
22 Your Love's Been A Long Time Coming (take 8)
23 Your Love's Been A Long Time Coming (take 9, unedited undubbed master)



Recensione di Davide.

Album pubblicato nel gennaio del 1975 e considerato uno dei più amati dai fans e sicuramente dal sottoscritto.
Il materiale che compone il disco proviene dalle fruttuose sessions del dicembre 1973 presso gli studi Stax di Memphis, le stesse sedute dalle quali venne tratto l’album “Good Times”.
Poiché la sua compilazione non è stata pianificata prima di entrare in sala ma è stata condotta sulla base del materiale disponibile al momento, Promised Land, ancorché ricco di gioielli sonori di tutto rispetto, all’ascolto risente di questa mancanza di linearità stilistica, alternando degli ottimi country-rock a malinconiche ballads e a momenti più blues e addirittura più marcatamente rock.
Proprio con il vecchio genuino rock and roll si apre il nostro viaggio musicale: la canzone che dà il titolo all’intero album, glorioso pezzo di Chuck Berry , mostra al mondo intero che Elvis e il rock autentico sono a tutt’ora un connubio valido e indiscutibile. L’ottima chitarra elettrica e l’accattivante ritmo a 100 all’ora rendono questo brano un classico della discografia più autenticamente “rock” di Elvis.
Personalmente amo molto l’atmosfera intrisa di malinconica tristezza di There’s a honky tonk angel, lacrime in salsa country, cosi come Love song of the year, pur tuttavia riconoscendone l’imbarazzante banalità del testo.
Con Help Me si raggiunge invece uno dei momenti più alti dell’intero album: un Gospel che non ha bisogno di presentazioni, interpretato da un Elvis pienamente assorto nelle sue emozioni più profonde.
Sicuramente non figura tra il meglio della discografia di Elvis la particolare Mr. Songman, ma devo essere sincero: il motivetto orecchiabile mi ha sempre lasciato una piacevole sensazione di primaverile allegria.
Nell’interpretazione di It’s Midnight, Elvis riesce a trasmettere un senso di nostalgia e rimpianto che arriva dritto al cuore dell’ascoltatore.
Non allo stesso livello qualitativo è Your love’s been a long time coming , ma tuttavia risulta orecchiabile con un ritornello che si fa apprezzare.
Una traccia vincente a questo punto la troviamo in If you talk in your sleep: blues, funky, soul e un trionfo di cori e fiati a dimostrazione che il Re è ancora in cattedra, presente e attuale più che mai. Il brano, per un po' di tempo, divenne pezzo forte del live acts del cantante, arricchito dalle dimostrazioni di karate poste in essere durante l’esecuzione on stage.
Un bellissimo arpeggio di chitarra ci introduce a Thinking about you, un delicato lamento che trova sfogo liberatorio nel ritornello, ben sostenuto dai coristi.
A chiusura dell’album troviamo infine il country rock You asked me to che mette in evidenza il lavoro della chitarra solista.
Completano il primo dei due CD di questo set targato FTD gli “scarti” migliori dalle sessions, molti dei quali inediti a livello ufficiale, con i quali viene ricostruito l’album appena ascoltato in una particolare versione alternativa.
Prima di passare al secondo dischetto c’è ancora spazio per una manciata di “more session highlights” dove traspare nei primissimi approcci con i brani una certa difficoltà con i testi (in particolare Promised Land) o con le note da parte di Elvis (Love song of the year).
Col secondo CD ci troviamo ancora più a stretto contatto con Elvis e musicisti: un viaggio attraverso il “The making of” della session, i lavori di produzione in studio, con una bellissima successione di prove e primissime takes dei brani in versione depurata di qualsiasi sovraincisione, nelle quali è spassoso ascoltare Elvis modellare e dar vita pian piano alle canzoni, in un'atmosfera gioiosa e rilassata quale fu quella degli studi Stax nel dicembre 1973.
Molte di queste alternate takes vedono la luce su supporto ufficiale per la prima volta. Una ragione in più per ri-accogliere questo storico album nelle nostre collezioni.


Nessun commento:

Posta un commento