Cerca nel blog

BE CAREFUL...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.

2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to ftd.for.you@gmail.com

3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG.


domenica 8 novembre 2015

SHOWTIME !


DATA DI PUBBLICAZIONE: maggio 2010.
Numero di catalogo: 506020-975013.


Doppio CD che presenta due soundboards.
Nel CD 1 ascoltiamo lo spettacolo di Birmingham, Alabama, 29 dicembre 1976.
Nel CD 2 troviamo il concerto di Dalls, Texas, 28 dicembre 1976.
Si è detto e scritto molto su questi due shows in quanto da molti anni disponibili in resa sonora perfetta su bootleg.
Elvis era davvero in forma in quel tour finale del '76 e questi due spettacoli sono immancabili anche per chi ha già i CD pirata.



CD 1.
Dal vivo a Birmingham, Alabama. 29 dicembre 1976.
01 Also Sprach Zarathustra
02 See See Rider
03 I Got A Woman / Amen
04 Love Me
05 Fairytale
06 You Gave Me A Mountain
07 Jailhouse Rock
08 It's Now Or Never
09 Trying To Get To You
10 My Way
11 Polk Salad Annie
12 Introductions / Early Mornin’ Rain
13 What’d I Say / Johnny B. Goode
14 Love Letters
15 School Days
16 Funny How Time Slips Away
17 Hurt
18 Hound Dog
19 For The Good Times
20 The First Time Ever I Saw Your Face
21 Unchained Melody
22 Mystery Train / Tiger Man
23 Can't Help Falling In Love
24 Closing Vamp

CD 2. Dal vivo a Dallas, Texas. 28 dicembre 1976.
01 Also Sprach Zarathustra
02 See See Rider
03 I Got A Woman / Amen
04 Love me
05 Fairytale
06 You Gave Me A Mountain
07 Jailhouse Rock
08 It's Now Or Never
09 Trying To Get To You
10 Blue Suede Shoes
11 My Way
12 Polk Salad Annie
13 Introductions / Early Mornin’ Rain
14 What’d I Say / Johnny B. Goode
15 Love Letters
16 School Days
17 Hurt
18 Unchained Melody
19 Can't Help Falling In Love
20 Closing Vamp





Recensione di Davide.

A fine del 1976, Elvis tenne un mini tour dal 27 al 31 dicembre nelle città di Wichita, Dallas, Birmingham , Atlanta con gran finale la notte di Capodanno a Pittsburgh.
Un anno di alti e bassi, il 1976, per Elvis: un continuo alternarsi di ottime performances ad altre meno buone, influenzate in modo evidente dalle variabili condizioni di salute psico fisica del cantante.
L'ultimo impegno prima del breve tour di fine anno risale ad inizio del mese, periodo nel quale il Re tenne la sua ultima season a Las Vegas, dal 2 al 12 dicembre.
Nuovo giro, nuova corsa, stavolta con sorpresa: un Elvis rinvigorito nel fisico e nello spirito si dedica anima e corpo ad offrire delle performances memorabili ai suoi fans.
Sarà il buon umore dovuto alla nuova love story con Ginger Alden, sarà per una ritrovata voglia di fare il proprio mestiere, quello che è certo che i fortunati fans che assistettero a questi concerti ritrovarono Elvis carico di energia come non succedeva dall'ormai lontano 1972.
La FTD con il doppio elegante CD "Showtime" ci offre due delle 5 esibizioni di questo mini tour: quella di Birmingham del 29 dicembre e quella di Dallas del giorno prima.
Entrambe le performances vennero pubblicate negli anni novanta da case pirata come la Fort Baxter e la 2001.
In questa nuova veste FTD, entrambe le registrazioni soundboard godono di una qualità audio migliorata.
Inseriamo dunque il primo dei due dischetti e catapultiamoci in platea a Birmingham.
Sin dalla prima traccia traspare prepotente l'energia ed il buon umore di Elvis, sensazione che va via via rafforzandosi con lo scorrere dei minuti e della scaletta, nella quale figurano gemme come Fairytale, una splendida You gave me a mountain, una piacevole Jailhouse rock, la magica Trying to get to you con il caratteristico singhiozzo "direttamente dalla Sun Records" e una My way carica di atmosfera.
La presentazione della band è uno show nello show dove Elvis prende spunto dagli assolo dei suoi musicisti per cimentarsi in ottime Early morning rain, Johnny B. Goode ed una tenera Love letters.
La dolce e nostalgica Funny how time slips away apre l'ultima fantastica parte del concerto con una potente Hurt, la sorprendente The first time ever I saw your face che vede Elvis dirigere l'orchestra con precise indicazioni, e la bella Unchained melody con il cantante seduto al pianoforte.
Stesso discorso per lo show della sera prima a Dallas, contenuto nel secondo dischetto, con una scaletta molto simile eccetto la mancanza di The first time ever I saw your face.
In definitiva un doppio CD assolutamente da avere, un ottimo documento che, assieme al "New Year's Eve" di Pittsburgh, offre uno dei migliori Elvis in assoluto di tutta la carriera: Gospel, blues, country, rock... Elvis alla chitarra e al pianoforte... Energia e buon umore.
Non potrete fare a meno di ascoltare e riascoltare entrambi i dischi e far entrare nelle vostre stanze l'allegria che pervase migliaia di fans in quelle magiche notti di fine '76.

Nessun commento:

Posta un commento